Aggiunto al carrello
Aggiunto al carrello
Vai al carrello

Protezione antifuoco made in Germany

Ecco come collaborano sviluppo e produzione presso Hilti

Laboratorio di ricerca sulla protezione antincendio con persona in tuta protettiva

Settembre 2019  I  3 minuti

 

I nostri edifici diventano sempre più moderni e sicuri. Tuttavia, esiste una paura primordiale che ha accompagnato gli uomini fino a oggi: la paura del fuoco.  

Soprattutto dopo grandi incendi il tema della protezione antifuoco è sulla bocca di tutti. Vengono posti requisiti sempre più elevati per proteggere ancora meglio i cantieri e le vite umane. L'aspetto principale non è la resistenza al fuoco, bensì soprattutto bloccare la nube di fumo che causa il maggior numero di vittime.

Gli esperti antifuoco di Hilti si riuniscono nella sede di Kaufering. In stretta collaborazione con la produzione, gli sviluppatori individuano sempre più spesso soluzioni nuove e affidabili. Ulteriori disposizioni legali, nuovi materiali per l'edilizia e le esigenze dei clienti garantisono continue innovazioni. Talvolta la fonte d'ispirazione è addirittura una cioccolata svizzera di forma triangolare.

 

Sempre al fianco del cliente

«Salvare vite, proteggere valori patrimoniali, migliorare le prestazioni dell'edificio»: questo è il motto del nostro reparto protezione antincendio. Per raggiungere ogni giorno questi obiettivi entrano in gioco molti fattori. «Dobbiamo conoscere le esigenze e i problemi dei clienti e comprendere inoltre con esattezza l'applicazione», spiega il responsabile di team Roland Weixler del reparto Sviluppo. E nel laboratorio di chimica si devono anche tenere in considerazione le prescrizioni di legge. Le sfide in questo caso variano da Paese a Paese.

Ne deriva una maggiore spesa per le certificazioni e le serie di test che devono essere adattate a ciascun Paese. I più importanti naturalmente sono i test antincendio svolti sia presso la sede di Kaufering, sia presso laboratori di prova esterni. Ma oltre a testare i nuovi prodotti, anche le soluzioni antifuoco esistenti possono essere aggiornate e quindi nuovamente certificate. «Il calcestruzzo reagisce diversamente al fuoco rispetto al legno. Per questa ragione ogni prodotto antifuoco deve essere adattato alla situazione», afferma Weixler.

Ispirato dalla forma del cioccolato svizzero

Al momento la tendenza va nella direzione dei prodotti antifuoco preformati come i mattoni antifuoco. «Il problema della schiuma tradizionale è in particolare il fatto che possa colare e non sia così facile da applicare», afferma Christoph Aubauer, Product Manager per i prodotti antifuoco di Hilti. A fine 2017, un venerdì pomeriggio, i colleghi si sono riuniti e hanno deciso all'unanimità che occorreva prendere dei provvedimenti in tal senso.

 

Applicazione Prodotto antincendio CFS-HFF con lente di ingrandimento

Hilti ha dato loro l'opportunità di attuarlo. Così i collaboratori, oltre al normale carico di lavoro, hanno dedicato del tempo per elaborare alcune idee e lavorare in modo più creativo. Motivati da una concreta richiesta della clientela, sono andati avanti fino all'orario di chiusura. Così è stato possibile consegnare in tempi da record il prodotto pronto, anche se non nella forma iniziale.

 

Tutto da un unico fornitore

Linea di produzione di mattoni antincendio in linea di montaggio
Schermi Rappresentazioni schematiche nel capannone di produzione

La rapidità di esecuzione è stata garantita da un vantaggio decisivo: progettazione e produzione lavorano fianco a fianco. La vede così anche Stefan Schlenk, che lavora presso Hilti come responsabile del gruppo Engineering. Gli sviluppatori di prodotto hanno un filo diretto con lo stabilimento e possono ricevere molto più rapidamente i prototipi da provare. Mentre in una parte del capannone avviene la produzione continua, nell'altra metà si elaborano nuove linee di produzione – sempre in collaborazione con il reparto progettazione.

Come in altri stabilimenti le linee di produzione sono organizzate in base a flussi di valore. Ciò significa che in una linea è sempre lo stesso team di collaboratori ad occuparsi di un determinato prodotto – dalla miscelazione al trattamento successivo, fino all'imballaggio. «La si può immaginare come una squadra di calcio», spiega Schlenk. E nonostante molte fasi di lavoro si svolgano in modo completamente automatizzato, il tutto non può funzionare senza lavoratori qualificati che controllino la produzione.

Produzione unica

In realtà la chimica stessa secondo Schlenk contribuisce solo in piccola parte. Proprio per i sigillanti antifuoco siliconici e le schiume è particolarmente importante un imballaggio sofisticato, affinché l'applicazione possa funzionare in modo sicuro. E, inoltre, per utilizzare questi prodotti in cantiere è necessario personale adeguatamente formato.

Si può immaginare il processo come accade con le teglie da forno

Un utilizzo più semplice è dato dai prodotti preformati. Ad esempio i mattoni antifuoco sono realizzati con piccole quantità di schiuma modellate, in modo che alla fuoriuscita della schiuma mantengano il formato corretto. Schlenk: «Si può immaginare il processo come accade con le teglie da forno.» Una dopo l'altra vengono riempite e subito passano nel tunnel di raffreddamento per l'indurimento.

Schiuma antincendio CFS-F FX in tutto il mondo

Ma è anche possibile una cosiddetta produzione infinita, con la quale il mastice viene spruzzato nella pellicola. Dopo la fuoriuscita della schiuma, la coda «infinita» può quindi essere tagliata e imballata. «Il collegamento tra mastice antifuoco e lamiera nel processo di produzione presso Hilti è unico sul mercato», spiega Schlenk. La lamiera, oltre a proteggere meglio la schiuma, semplifica l'applicazione. E inoltre anche i controlli finali e i test risultano positivi, i prodotti vengono distribuiti dalla Baviera al mondo intero e garantiscono una maggiore sicurezza negli edifici.

Potrebbe anche interessarvi

Vista del nuovo centro commerciale e alberghiero di Posejdon con lo skyline di Setttin all'alba

Sempre al sicuro nel campo della protezione antifuoco

Settembre 2019  I  4 minuti

Nella protezione antincendio è importante lavorare in modo conforme alle prescizioni – ed essere in grado di dimostrarlo. A tale proposito è molto utile la gestione della documentazione antincendio – come è avvenuto per un grande progetto a Stettin, Polonia.

Continua a leggere
Bilancia da laboratorio in uso per la misurazione degli ingredienti

L'innovatore di ancoranti progettato in laboratorio

Settembre 2019  I  3 minuti

Dalla ricerca alla produzione: ecco come vengono realizzati gli ancoranti chimici Hilti.

Continua a leggere
CFS-DM

Software gestionale della documentazione antifuoco CFS-DM

 

La documentazione dei sistemi antifuoco può essere estremamente complessa. Devono essere acclusi dati tecnici, certificati di approvazione, progetti e fotografie delle installazioni.

Continua a leggere

Contattaci
Contattaci